Roma 2003 | Intersteno Italy | Internet contest
 
 


Trento - Dicembre 2006

Consiglio Antalya 2006

Pechino 2004

NCRA - NVRA 2004

Madrid 2002


COMITATO CENTRALE MADRID 2002


Dal 27 settembre al 1 ottobre si è si è tenuta a Madrid la riunione del Comitato Centrale dell'Intersteno, ottimamente organizzata dal Rappresentante spagnolo, Signor Jaime Liebana coadiuvato dalla dinamica figlia Yolanda. (ritratti nella foto a fianco, unitamente alla signora Liebana)

Presenza massiccia (oltre 50 persone) e sedute molto produttive ed intense all'Hotel Opera dal venerdì pomeriggio alla domenica mattina, l'ultima riunione, durata l'intera giornata del lunedì, si è svolta in una modernissima ed attrezzatissima sala messa a disposizione dal Senato spagnolo.

Sono stati approvati i nuovi e semplificati regolamenti di gara sia per la stenografia (in senso generale da cui la denominazione italiana di 'ripresa del parlato') che per la scrittura al computer. I testi in inglese e tedesco sono già disponibili in bozza e sono al momento oggetto di revisione finale da parte dei Presidenti di Giuria, per cui ci si aspetta la versione definitiva entro la fine di ottobre. Appena revisionati saranno pubblicati sul nostro sito e sarà di conseguenza possibile la registrazione dei partecipanti.

Le principali novità per le gare di stenografia sono:

- unica dettatura di 15 minuti (in sostituzione delle due gare A e B rispettivamente di 10 e 8 minuti). La dettatura è suddivisa in tre fasce di 5 minuti ciscuna, separate da una pausa di 10 secondi. Questa formula consente al concorrente la massima flessibilità di strategia, potendo riprendere più fasce e trascrivendo quella che ritiene migliore, oppure può tentare una classifica superiore a quella dei 5 minuti prescelti, aggiungendo la traduzione di minuti aggiuntivi. I tempi di trascrizione sono rimasti proporzionalmente invariati. Il testo base sarà in lingua inglese, nella colonna uno (le colonne fanno riferimento ad un diverso numero di sillabe per meglio considerare i rapporti fra le varie lingue) , il che darà certezze a tutti per quanto riguarda le velocità di partenza. Il numero minimo di minuti da trascrivere è di 3.

- semplificazione nel calcolo delle penalità (solo 4 ed 1 i punti previsti)

- ammissione della tecnologia di riconoscimento del parlato,  con classifica a parte come già avviene per i concorrenti che usano la stenotipia. I concorrenti dovranno operare con stenomask.

- dettature di tre minuti (120 - 130 - 140 sillabe) per la gara multilingue. Le lingue ammesse sono una decina tra cui esperanto, interlingua e latino (a  Roma non poteva mancare!). I concorrenti a questa gara dovranno essere disponibili a gareggiare anche nella giornata di lunedì e dovranno iscriversi entro fine febbraio per la migliore messa a punto dei programmi organizzativi.
I partecipanti alla gara multilingua devono pure classificarsi almeno nei primi tre minuti della gara di velocità nella loro lingua nazionale, nessuna dettatura aggiuntiva per coloro che non si classificano in tale prova.

Confermata la possibilità utilizzare apparecchiature per la dettatura, di cui ogni giuria nazionale dovrà farsi carico.
Nessuna variante per quanto riguarda la gara FAST. (8 minuti di velocità, tempo di consegna massimo tre volte i minuti validi).

Scrittura al computer:
- confermata la durata di 30 minuti per la gara di velocità. Il concorrente salverà il testo su due dischetti e li consegnerà alla giuria.

- aumentato a 220 il numero delle correzioni per la gara di correzione testo.  Per avere maggiore uniformità, la gara prevede per ogni pagina un certo numero di correzioni e la relativa tipologia. Questo eviterà anche di dover tradurre il testo di base, in quanto le regole saranno applicabili a qualunque testo.

- la gara professionale prevederà anche l'utilizzo di immagini che saranno fornite per lo svolgimento della prova.

CONGRESSO -

Positive reazioni al programma ed ai contenuti presentati dal GRUPPO ITALIANO, apprezzati i costi anche degli alberghi. Qualche leggera preoccupazione per chi non vuole operare in Internet (verrà aiutato dagli esperti in questa specialità che crescono ogni giorno, fino al fanatismo), richiesta la possibilità di pagare con carta di Credito (ipotesi già valutata ma al momento non concretizzata per difficoltà tecniche soprattutto relative al sistema bancario italiano).
Evidenziati i molteplici motivi di interesse per gli operatori del settore della resocontazione, per gli insegnanti e per coloro che vogliono mostrare le loro abilità.  La brochure porterà questo messaggio in tutto il mondo, supportata dai gruppi nazionali.
 
FUTURO DELL'INTERSTENO

L'argomento è ben noto a tutti ed è in sintonia con quanto il sottoscritto prima e Ramondelli poi hanno costantemente portato all'attenzione del gruppo dirigente dell'Intersteno dal 1994 in avantii. I vari documenti 'strategici', preparati da me e da Fausto, sono stati diffusi in Italia tramite le riviste e pubblicati sul nostro 'vecchio' sito. L'argomento aveva avuto, pur con notevoli difficoltà, una sua dettagliata presentazione al Comitato Centrale di Palermo del settembre 2000, organizzato dal dottor Giacomo Di Piazza, attuale rappresentante italiano all'Intersteno. I gruppi nazionali avrebbero dovuto inviare al Signor Keller i loro commenti entro febbraio 2001. Tranne l'Italia, nessun altro paese lo ha fatto.
Con la nomina di Fausto Ramondelli a presidente, l'argomento è stato nuovamente rivisitato, presentato a Losanna  nello scorso febbraio, in occasione dell'incontro ristretto  'preparatorio' per la messa a punto di idee e contenuti per il nuovo Congresso e la nuova fase dell'Intersteno, a seguito dell'avvenuto decesso del Dottor Gutzler. I risultati della riunione sono stati diffusi dal segreterio generale, Signor Danny Devrient, a tutti i gruppi nazionali unitamente ad una scheda per il censimento delle realtà nei vari paesi..
In linea con l'attività finora svolta, Ramondelli ha  poi completato e diffuso due documenti, uno sulle linee strategiche e l'altro con una concreta proposta di un nuovo statuto.

Sembrava che l'argomento non generasse particolari riscontri, ma nell'ultimo mese sono arrivati contenuti precisi da parte del'Olanda, Francia, Repubblica Cèca, Finlandia. Una sintesi e confronto di tali contenuti sono stati pubblicati nel nostro sito prima della riunione di Madrid. Da esso si evince una sostanziale concordanza di idee per quanto riguarda la necessità di avere una stabilità di direzione nel'Ente, mentre notevoli sono state le obiezioni (previste) per la trasformazione dell'Intersteno da federazione ad associazione.

Lunga è stata la discussione, ma alla fine grazie alla diplomazia e decisione di Fausto Ramondelli, si è giunti (con una votazione di 11 a favore e 5 contrari)  ad accettare il principio di un allargamento che consenta al comitato direttivo dell'Ente di poter svolgere una politica attiva e non rimanere, come oggi purtroppo avviene, succube di situazioni locali non in armonia con il notevole sviluppo tecnico pratico delle nostre discipline e che rischiano di strangolare in una spirale viziosa tutta l'attività dell'Intersteno. E' stata quindi contemplata la possibilità di accettare membri esterni al tradizionale Comitato centrale. L caratteristiche e le modalità di ingresso saranno stabilite dal nuovo Statuto.   E' stata formata una commissione, presieduta da Van Burden (Olanda) che aveva pure presentato una bozza di statuto sulla quale si sono concentrati i maggiori consensi, la quale si è subito riunita per fissare alcune linee strategiche da tutti condivise.. Di tale commissione fanno parte Ramondelli,  Le Masson (Francia), Stehling (Germania),  Nittiipiera (Finlandia).

La bozza di statuto verrà elaborata nei prossimi mesi per poter essere poi divulgata e sottoposta alla ratifica nell'Assemblea straordinaria che si terrà a Roma.

A margine della cronaca tecnica è opportuno sottolineare la sontuosità degli incontri conviviali e la gita all'ottava meraviglia del mondo, allietata da una guida ad alta velocità di eloquio che ha consentito un'adeguata preparazione per i prossimi campionati mondiali.

Gian Paolo Trivulzio
5 ottobre 2002

 
 

 
 
 
 
 
 


Contents copyrighted © by Gian Paolo Trivulzio except where otherwise noted.
Interface entirely developed and copyrighted © 2002-2021.
All rights reserved.
In loving memory of Gian Paolo Trivulzio.