Roma 2003 | Intersteno Italy | Internet contest
 
 


Questo sito...

Cos'è Intersteno

Gli organi

Lo Statuto

Inter(steno)Net

Il gruppo Parlamentare

Comitato Scientifico

Eventi

Contatti

Ringraziamenti

Attività

Statistiche


Cos'è l'Intersteno
 

Intersteno è il nome che compare nel marchio che contraddistingue la nostra associazione, che si è andata diffondendo dopo un primo Congresso tenutosi a Londra nel settembre del 1887. L'attuale denominazione è Federazione internazionale per il trattamento dell'informazione e della comunicazione ma i suoi componenti utilizzano per brevità la dicitura Intersteno. Lo scopo del primo incontro fu quello di aumentare gli scambi di esperienze derivanti dall'utilizzo e dall'insegnamento della stenografia, all'epoca tecnologia emergente per registrare i dibattiti Assembleari, per la rapida trasmissione di notizie destinate alla stampa, in quel momento in forte sviluppo, e quale ausilio alla crescente attività commerciale.

L'Intersteno è affiliata all'UNESCO ed è' l'unica associazione che annovera soci da tutti i continenti ed ha perciò dimensioni mondiali.

Per concretizzare lo scopo associativo si organizzarono Congressi, il primo a Londra nello stesso anno della costituzione, a cui ne sono susseguiti altri 48. L'ultimo si è tenuto a Ghent (Belgio) nel luglio 2013. E' già prevista la sede del prossimo Congresso che sarà Budapest dal 18 al 24 luglio 2015.

Le sedi congressuali si sono alternate, principalmente nei paesi europei anche se giova ricordare che il quinto Congresso fu tenuto a Chicago e nel 2009 fu Pechino ad ospitare una importante manifestazione.  Inizialmente l'attività congressuale era essenzialmente basata su relazioni tecniche e didattiche che davano luogo ad ampi dibattiti, fedelmente documentati negli atti Congressuali e nelle numerose riviste specializzate. In alcune occasioni furono abbinati concorsi di velocità stenografica e di scrittura alla macchina per scrivere, tecnica rapidamente diffusasi agli inizi del '900. A questi concorsi partecipavano di solito concorrenti della Nazione ospitante, ed in qualche occasione anche di altre nazioni con proprie giurie.

La seconda guerra mondiale interruppe questa serie di incontri, l'ultimo Congresso prima di tale evento si svolse proprio a Londra nel 1937, simbolicamente a chiusura di un primo ciclo di feconda attività.

Dopo la forzata parentesi dovuta alla seconda guerra mondiale, nel 1954 lo svizzero Marcel Racine riunì nuovamente i rappresentanti delle varie nazioni al Mont Pelerin, incantevole località nei pressi di Vevey sul lago di Ginevra,che decisero per la ripresa dell'attività dell'Associazione e per l'organizzazione di un Congresso che si tenne a Monaco-Montecarlo nel 1955, inaugurando così una seconda fase di attività. Al Congresso di Montecarlo fu abbinata la prima competizione mondiale di scrittura alla macchina per scrivere.

Da allora i Congressi hanno sempre avuto luogo ogni due anni, poche le eccezioni a questa regola dovuti a motivi contingenti, e nell'anno in cui non viene organizzato un Congresso si riunisce il Consiglio in cui ogni paese ha un suo rappresentante.. In tutti i Congressi della seconda fase di attività sono stati svolti campionati nelle varie specialità, secondo formule e regolamenti che sono stati continuamente aggiornati anche per consentire un'equa valutazione dei concorrenti che utilizzano lingue diverse (una ventina sono le lingue solitamente utilizzante dai concorrenti). I Congressi hanno via via richiamato un numero crescente di partecipanti, mediamente intorno a 600.

L'Intersteno si è pure mantenuto al passo con gli sviluppi tecnologici che hanno influenzato l'evoluzione delle scritture veloci (stenografia e dattilografia) ed oggi le formule di gara prevedono parità di valutazione per qualunque mezzo utilizzato (stenotipia - riconoscimento del parlato).

I risultati eclatanti dimostrati dai campioni delle varie specialità, confermano la validità pratica di queste tecnologie e sanciscono il successo di continui studi migliorativi: 490 sillabe al minuto (pari ad oltre 190 parole in lingua italiana) è il record consolidato nell'uso della stenografia e della stenotipia. Oltre 900 battute al minuto quello della scrittura con tastiera al computer relizzato da Helena Matouskova a Roma nel 2003.

L'accoppiamento dell'informatica con la stenotipia ed il riconoscimento vocale consentono di ottenere testi di qualità in tempi reali come nel caso della sottotitolazione per i non udenti o per le persone straniere.
 

 
 



Contents copyrighted © by Gian Paolo Trivulzio except where otherwise noted.
Interface entirely developed and copyrighted © 2002-2017 by Marco Olivo.
All rights reserved.
In loving memory of Gian Paolo Trivulzio.